Smontaggio carena VFR 1200 F

La carena della VFR 1200 e’ una delle peculiarita’ di questa moto, con la totale assenza di viti a vista ed il doppio strato. Notevole poi l’impatto estetico, decisamente originale ed innovativo.

Un dubbio viene spontaneo: quanto fara’ tribolare lo smontaggio di una carena cosi’ particolare e complessa?
Molto meno di quanto ci si possa aspettare. La prima volta bisogna prendersela con un po’ di calma ed imparare come sganciare i vari incastri, poi in massimo 15 minuti la si smonta ed in circa altrettanti si rimonta.

Qualche termine di riferimento per capirci meglio.



La carena inferiore non serve smontarla; lo si fa solo per cambiare l’olio motore, operazione quindi piu’ semplice che sulle precedenti VFR 750/800.

Per prima cosa procuratevi 3 vaschette in cui mettere le viti / perni a pressione che togliete. Conviene tenerli divisi per tipo di carena, in modo da verificare che sia stato montato tutto prima di passare alla carena successiva.

Il primo pezzo da togliere e’ la carena inferiore centrale, cioe’ la parte nera sotto il radiatore. E’ tenuta in sede da 4 viti (2 sono piu’ grandi di tutte le altre viti della carena) e da 2 perni a pressione.



Una volta tolto viti e perni, bisogna sganciarla dalle carene laterali. Bisogna stare un po’ attenti, perche’ ci sono molte linguette ed e’ ben incastrata. La regola base e’ quella di non forzare mai lo sgancio, ma muovere dolcemente i pezzi fra loro: si staccheranno quasi da soli.

Le carene laterali sono quelle piu’ complicate da smontare, almeno la prima volta.
Ci sono 2 viti (una all’interno, vicino allo stelo, l’altra dietro, dove ci sono le bocchette della doppia carena), 2 perni a pressione, vicini alla vite interna, un perno a molla che sgancia la carena inferiore ed un bottone ad incastro che la unisce alla copertura del serbatoio.
Questo bottone si sgancia semplicemente tirando.




A questo punto viene la parte piu’ complessa, almeno la prima volta: bisogna tirare verso l’esterno la carena laterale, anche con una certa forza, per sganciarla dalla copertura del serbatoio. Nel video alla fine dell’articolo si vede bene come fare.
Bisogna dare un colpetto deciso, tenendo conto che la copertura del serbatoio e’ avvitata alla carena anteriore proprio in quel punto, quindi e’ abbastanza rigida. Ricordarsi prima di tirare verso l’esterno le bocchette della doppia carena, sganciando la plastica nera che chiude il foro del telaio (indicata dalla freccia nella foto qui sotto).


Una volta sganciata la carena laterale, si deve tirare verso avanti, in modo da sganciare un altro perno a molla. Questo perno a molla si puo’ vedere bene guardando attraverso la doppia carena, dal davanti.




La copertura del serbatoio e’ bloccata da 2 viti (una dietro al serbatoio, l’altra sulla carena frontale e la vedete bene nella foto qui sopra), da un perno a pressione sul davanti, verso la piastra di sterzo.

Non serve togliere il para-ginocchia fissato sotto la copertura, conviene lasciarlo sempre montato alla copertura del serbatoio in quanto tutto risulta piu’ semplice. Questo pezzo e’ fissato con un perno a molla, quindi basta tiralo verso l’esterno nella parte inferiore.


Tolte le viti, il perno a pressione e sganciato il para-ginocchia, si puo’ staccare la copertura tirando prima dalla parte posteriore. La plastica e’ fissata anche con un perno su gommino al centro del serbatoio ed un altro perno su gommino nella parte anteriore del serbatoio. Quest’ultimo e’ un po’ piu’ complicato da staccare, in quanto bisogna tirare tutta la copertura leggermente verso l’alto.
Ci sono anche diverse strisce di velcro che tengono in posizione la copertura, cosa alquanto strana in una moto cosi’ ricercata.

A questo punto avete tolto tutta la carena e potete alzare il serbatoio, dopo aver tolto le 2 viti anteriori.

Per montare la carena si procede in modo inverso da quanto descritto sopra, con l’avvertenza di controllare bene quando si infila da davanti la carena laterale. Questo e’ il punto piu’ difficile, in quanto bisogna sia centrare il perno a scatto che infilare correttamente le canalizzazioni a fianco del faro.
Anche quando si ha un po’ di pratica, questa fase resta abbastanza delicata perche’ la carena puo’ sembrare al suo posto pur avendo il perno a scatto non agganciato.

Come detto, la prima volta risulta abbastanza complicato, soprattutto perche’ non si sa come tirare le plastiche per sganciarle. Fatta un po’ di pratica, risulta anche piu’ facile della carena della Vtec.

Comunque, prima di iniziare, guardatevi questo video, fatto da un americano del sito VFRDiscussion (http://vfr1200fa.blogspot.com/).
Ci sono alcune inesattezze in quanto la carena inferiore non serve smontarla e non serve togliere la vite con testa a croce sulla carena laterale, ma vale piu’ di mille parole.


Buon lavoro