Sostituzione filtro aria VFR750

(by Damiano Vandi)
La sostituzione del FILTRO ARIA della VFR 750 RC36 è una operazione non complicata che però richiede abbastanza tempo e discreta attenzione.

Attenzione:
Non eseguire correttamente alcune operazioni può portare a seri danni, quindi è bene sentirsi sicuri di quello che si sta facendo, nonché avere di un minimo di esperienza in similari lavori di manutenzione (e idonei utensili).
In caso contrario: è opportuno affidarsi alle competenti cure delle Officine o i Centri di Assistenza.

Il filtro aria in carta originale va sostituito ogni 18.000 Km o meno se si usa la moto in condizioni di atmosfera polverosa, i filtri in carta non sono rigenerabili e vanno sostituiti quando il chilometraggio previsto al cambio viene raggiunto.

Posizionare la moto sul cavalletto centrale, a MOTORE SPENTO E FREDDO, pena pericoli di incendio dovuti alla benzina che potrebbe fuoriuscire dal tubo di alimentazione carburante,
NON FUMARE e NON USARE FIAMME LIBERE, la benzina è estremamente infiammabile e in certe condizione anche esplosiva, da qui l’assoluta necessità di lavorare in un luogo ben areato ed illuminato prestando la MASSIMA ATTENZIONE a quello che si sta facendo.

Per eseguire il lavoro posizionatevi sul lato SX della moto, tutte le operazioni si possono eseguire facilmente da qui, e se avrete l’accortezza di eseguire il lavoro con poco carburante all’interno del serbatoio farete meno fatica quando dovrete sollevarlo per via del suo peso decisamente inferiore rispetto al serbatoio con il pieno.

  • Rimuovere la sella.
  • Portare la valvola carburante posta sul lato SX del cupolino su “OFF”.

Rimuovere il bullone lungo di fissaggio, allentando il dado alla sua estremità, che troverete sul fondo del serbatoio proprio dove si congiunge con la sella e riponetelo in un contenitore per non perderlo, sollevare leggermente e fermare in questa posizione il serbatoio con l’apposito attrezzo che troverete nella borsa in dotazione alla moto (chiave a brugola con forma ad “U” ) che va infilato nel foro del telaio e l’altra estremità nel foro del serbatoio che prima ospitava il bullone lungo.
Personalmente preferisco usare un attrezzo autocostruito del tutto simile, solo più grande come dimensioni, perché ho notato che tenendo il serbatoio sollevato di più si lavora molto meglio, inoltre così il serbatoio non può cadere tal telaio, rischio che è concreto se si tenta di lavorare tenendo con una mano il serbatoio facendo lavorare (male) l’altra.
In ogni caso se non ce la fate a passare con le mani usando l’attrezzo in dotazione, potete sempre usare un tappo di legno o plastica, di dimensioni adeguate, da interporre tra il serbatoio ed il telaio ricordando però che un urto laterale potrebbe fare cadere il serbatoio.

Ora, se vi abbassate vedrete il TAMBURO con due cavi proprio sotto il serbatoio e vincolato allo stesso con un telaietto.
In posizione “OFF” il tamburo presenta la freccia con l’apice verso SX.

Rimuovete la vite centrale e togliete il collare in plastica con la freccia, noterete che sul retro del collare vi è un incavo che va ad incastrarsi con la sporgenza sul tamburo di alluminio, serve per mantenere la posizione e quando lo rimonterete abbiate cura di controllare che l’incavo si vada ad incastrare correttamente sulla sporgenza.

Ora potete togliere le viti del supporto del cavo e rimuovere il supportino metallico che sostiene il tamburo.

Scollegate il connettore rapido del sensore livello carburante che troverete sotto il serbatoio alla sua DX e scollegate il tubo del carburante allentando la fascetta a molla e spostandola sul tubo stesso.
Rimuovete la chiave a “U” e togliete il serbatoio dal telaio sollevandolo delicatamente dalla parte dove si congiunge alla sella verso l’alto per consentire al gancio di liberarsi dalla sua sede posta sotto la piastra di sterzo.

  • Riponete il serbatoio lontano dalla vostra zona di lavoro.
  • Ora avete davanti a voi la scatola filtro dove al suo interno troverete il filtro da sostituire. Con un cacciavite a croce allentate e togliete le otto viti che bloccano il coperchio alla scatola, avendo cura di non farle cadere all’interno del telaio – riponetele in un contenitore per evitare di perderle.

    Rimuovete il coperchio, pulite il suo interno con uno straccio pulito che non lasci filamenti di sorta.

    Rimuovete il filtro vecchio, controllate lo stato della guarnizione che corre sotto il filtro stesso lungo il perimetro della scatola,si deve presentare in ottime condizioni e libero da screpolature, inoltre all’atto della rimozione del filtro la guarnizione deve rimanere nella sua sede, se fuoriuscisse la dovete riposizionare gentilmente, se notate la guarnizione “secca” toglietela dalla sede e cospargetela di olio ai siliconi, pulite la sede della guarnizione accuratamente e riposizionatela.
    Ottimi sono i siliconi spray che regolarmente vengono venduti nei grandi magazzini.
    Ora prestate attenzione, senza il filtro nella scatola avete i coni di aspirazione del gruppo carburatori liberi e dovete evitare che cada qualsiasi cosa all’interno di essi!

    Appena avete tolto il filtro vecchio vi consiglio di chiudere l’apertura dei coni di aspirazione con della pellicola per alimenti, così facendo avrete l’opportunità di pulire ciò che sta attorno ai coni senza preoccupazioni di sorta.
    Dopo avere pulito con uno straccio privo di filamenti l’interno della scatola filtro (air-box) e attorno ai coni di aspirazione rimuovete la pellicola per alimenti che avevate messo prima, montate il filtro in carta nuovo avendo cura di tenere il marchio ” TOP ” verso l’alto ovvero verso il vostro volto.
    Riposizionate il coperchio e serrate fermamente ma senza esagerare le otto viti di bloccaggio serrandole a croce.
    Riprendete il serbatoio e inseritelo nel gancio sotto la piastra di sterzo, poi abbassatelo lentamente e fermatelo di nuovo in posizione con l’attrezzo ad “U” oppure con il tappo di plastica.
    Ricollegate il tubo del carburante al serbatoio avendo cura di posizionarlo sopra la copertura della testa dei cilindri posteriori, riposizionate la fascetta a molla sul tubo carburante, ricollegate il connettore rapido delsensore livello carburante.
    Applicate del grasso alla superficie di scorrimento del collare in plastica e installatelo facendo allineare l’intaglio con la sporgenza che si trova sul tamburo in alluminio.

    Stringete le viti del tamburo della valvola carburante seguendo quest’ordine: per prima la vite centrale che stringe il collare sul tamburo, per seconda la vite di DX che ferma il telaietto portatamburo ed infine p