VFR 800 2014 – Il primo articolo

Questo pagina e’ la prima scritta subito dopo la presentazione della VFR 800 2014. La lasciamo cosi’ com’era per ricordarci del primo ns. impatto con questo ritorno quasi inaspettato.

Highlander (a 12.500 Euro)


Bella bella bella!!!

Leggi la SCHEDA TECNICA

Leggi o scarica la CARTELLA STAMPA 2014


Ultime sui prezzi:
in base a quanto scritto sul sito della Honda Germania, dove c’e’ gia’ il prezzo, in Italia dovrebbe costare sui 12500 Euro.


Ultimissime sui prezzi:
sul sito di Honda Italia e’ comparso il prezzo della VFR; sono 12.500 Euro franco concessionario, quindi circa 12.750 Euro su strada.
Esattamente quanto previsto!
In Italia arrivera’ a Maggio.

Leggete
QUI le ns. prime impressioni nella prova in anteprima fatta il 5 Aprile ad Alicante – Spagna.

A breve una descrizione dettagliata della nuova VFR, ma queste sono le maggiori novita’:

– fari a led (2 abbaglianti e 2 anabbaglianti)
– freni (scomparso il Dual-CBS, ora i freni sono completamente indipendenti)
– forcellone monobraccio molto piu’ bello, con capriata di rinforzo
– telaietto posteriore in alluminio, con attacchi borse integrati. Le borse sono quelle della 1200
– frecce anteriori come quelle della 1200 (ed a ritorno automatico)
manubrio regolabile e con attacchi diversi. Gia’ di base e’ piu’ alto di 13.5 mm ed arretrato di 6.5 mm, per una posizione piu’ comoda
– controllo di trazione disinseribile dal blocchetto sinistro (basta tenerlo premuto per piu’ di 2 secondi)
– forcella regolabile idraulicamente in estensione (ma non e’ a steli rovesciati)
– mono con precarico remoto posizionato diversamente (sulla pedana passeggero sinistra)
doppio radiatore anteriore centrale, con quello inferiore dotato di ventola
– ruote molto piu’ belle, con 10 razze
– strumentazione piu’ ricca, con numeri “negativi”
– carena completamente nuova e piu’ stretta di 40 mm
– scarico completo, basso e molto piu’ leggero
– 10 kg in meno (una mano santa)
– manopole riscaldate di serie (su 5 livelli e con visualizzazione nel quadro strumenti)
– possibilita’ di avere il cambio elettronico, studiato appositamente per un uso stradale

Qualcuno dice che e’ la Vtec, ma in realta’ si fa prima a dire quello che non e’ cambiato (telaio e motore) che quello che e’ cambiato (tutto il resto).
Un po’ e’ colpa nostra; noi abbiamo detto alla Honda cosa ci sarebbe piaciuto sulla nuova VFR e loro lo hanno fatto.

I colori disponibili in Italia sono 3:
– Rosso (Victory Red)
– Nero metalizzato (Darkness Black Metallic)
– Bianco perlato (Pearl Glare White)
Rossa l’abbiamo gia’ vista, nera la possiamo immaginare, bianca sara’ da vedere: sulla Vtec 2009 il bianco era, a ns. parere, il miglior colore mai fatto per quel modello. Se ben abbinato con il nero, sara’ sicuramente spettacolare!.

Eccoli i due colori che mancavano, nero e bianco.
Sinceramente ci aspettavamo qualcosa di piu’ dal colore bianco, forse perche’ c’e’ troppo bianco. Bisognera’ comunque vederla dal vero, per ora accontentiamoci delle foto.
EDIT: vista dal vivo, la versione bianca e’ bellissima, assolutamente elegante e di gran classe.





MOTORE

Il motore resta sostanzialmente inalterato rispetto alla precedente 800 Vtec, ma la Honda ha lavorato molto sul suo affinamento, soprattutto per avere piu’ coppia e linearita’ in basso ed un passaggio molto fluido fra le 2 e le 4 valvole.
In pratica, hanno ulteriormente percorso la strada intrapresa con la Crossrunner.
La potenza scende leggermente rispetto alla Vtec 2009 (da 110 CV / 10500 giri/1′ a 106 CV / 10250 giri/1′) come anche la coppia (da 80 Nm / 8750 giri/1′ a 75.1 Nm / 8500 giri/1′).
Ma, piu’ che i numeri, e’ la volonta’ della Honda di rendere piu’ fruibile il motore che ci fa sperare in bene.
Il rapporto di compressione e’ leggermente aumentato (da 11.6 a 11.8) e le modifiche all’impianto di scarico ed alla fasatura di distribuzione, dovrebbero anche portare ad una diminuzione dei consumi.
Lo statore, vera croce dei proprietari della Vtec, ha una potenza leggermente inferiore (da 497 w a 420 w), quindi si spera in una durata maggiore. Visto il maggior numero di accessori di serie, e’ sicuramente la fanaleria a LED che ha consentito questa diminuzione.

Interessante ed inedita la soluzione del doppio radiatore anteriore, con la ventola posizionata su quello inferiore.


Ecco la ventola vista dalla apertura laterale della carena. Almeno quando soffia butta l’aria calda sui piedi e non sul corpo.



Resta comunque al suo posto il radiatore dell’olio, posizionato sotto il faro anteriore.

La strumentazione, molto bella, e’ coperta da un unico vetro, quindi risulta piu’ facile da pulire.

I comandi elettrici sui semimanubri sono quelli di ultima generazione Honda, montati anche sulla 1200, sulla Crosstourer e sulla Crossrunner.
I comandi a manubrio sono quelli della Crossrunner, compresi gli attacchi per gli specchietti retrovisori, qui chiusi con un tappo.
Il comando del Traction Control ha un che di posticcio, ma e’ piu’ a portata “di dito” rispetto alla 1200.

Altre foto ufficiali dal sito Honda.






Da queste foto si nota la maggiore snellezza della moto, grazie allo spostamento dei radiatori.